Ermanno Cavazzoni - Gli scrittori inutili - Feltrinelli 2002

Ermanno Cavazzoni – Gli scrittori inutili

7,00

Editore: Feltrinelli
Formato: Brossura
Anno edizione: 2002
Condizioni: Ottimo stato
Pagine: 182

Diventare anche solo scrittori a volte non è facile. Ma chi voglia diventare scrittore inutile deve esercitarsi. Esistono le scuole per questo. Una scuola di scrittura che si rispetti introdurrà l’allievo al vizio, che è raccomandato, e sarà perciò formata da sette docenti come le materie, ovvero i vizi, insegnabili. Per compilare questo manualetto un allievo principiante si è sottoposto alle sette lezioni dei sette maestri: di lussuria, gola, avarizia, accidia, invidia, ira e superbia. E, combinando i vizi con le evenie ha raccolto e ordinato, come spiega una tabella in calce alle Avvertenze, i quarantanove casi possibili. Ci sono scrittori che vivono con bambole gonfiabili e hanno uno o più allievi, gonfiabili; scrittori schiavi di altri scrittori; scrittori in disuso mantenuti presso case editrici; scrittori che non contano, scrittori sull’albero, scrittori alti e scrittori pinguini. Al termine, la “lezione”, in modo che, seguendo i precetti, coloro che aspirano all’invitante occasione possano accedervi agevolmente. “Occorre insistere… fin che improvvisamente non si apre una nuova visuale e si resta lì, muti, molli e incapaci del tutto.” Un piccolo inferno dantesco dipinto con il tocco leggero, divertito e un po’ amaro, di Ermanno Cavazzoni. Di cui sono ospiti tutti quelli che, non sapendo come destreggiarsi nella vita, hanno pensato che il mestiere dello scrittore non gli sarebbe stato proibito.

 

1 disponibili

Categoria: