Karl Marx - Salario, prezzo e profitto

Karl Marx – Salario, prezzo e profitto

10,00

Editore: Bompiani
Formato: Brossura
Anno edizione: 2015
Condizioni:  Segni di cancellature nel testo, nel frontespizio e nelle prime e ultime pagine bianche
Pagine: 522

Testo inglese a fronte; in appendice la versione tedesca di Eduard Bernstein.

“Salario, prezzo e profitto” è il testo di due conferenze che Marx tenne nel giugno del 1865 presso l'”Associazione internazionale degli operai”. L’opera rimase sconosciuta per lungo tempo, finché, nel 1898, venne pubblicata postuma in inglese con il titolo “Value, price and profit”, e subito tradotta in tedesco da Eduard Bernstein sulle pagine di “Die Neue Zeit”. Da quel momento, il testo conobbe una fortuna straordinaria: circolando da un capo all’altro del mondo, si trasformò inaspettatamente in punto di riferimento imprescindibile per tutti i movimenti operai del pianeta, fino a diventare l’opuscolo marxiano più tradotto e più letto nel mondo intero, secondo soltanto al Manifesto del partito comunista. In “Salario, prezzo e profitto” vengono presentati al pubblico, in forma sintetica e divulgativa, i principali risultati scientifici che Marx andava acquisendo, in parallelo, con la stesura del primo libro di “Das Kapital”. L’opera venne composta per una finalità ben precisa: confutare le tesi teoricamente sbagliate e praticamente insidiose dell’oweniano Weston, ad avviso del quale il movimento autonomo dell’economia rendeva vana ogni lotta operaia in vista dell’aumento salariale. Contro questa posizione, Marx mostra non soltanto come sia il movimento generale della storia a richiedere l’intervento attivo del proletariato, ma come la lotta di classe condotta da quest’ultimo sia fondamentale per il superamento del modo di produzione capitalistico e per la rigenerazione di una società finalmente fondata sulla libertà dell’uomo, affrancato dai vincoli della schiavitù salariata, dell’alienazione e del rapporto feticistico con le merci. Nelle pagine di questo scritto che non fa pace con il mondo batte il cuore del progetto marxiano di redenzione dell’umanità – la speranza in un mondo senza classi né sfruttamento – e di critica radicale delle contraddizioni del modo di produzione capitalistico.

Categoria: